L’Avvocato e la Mercedes 500

1255511950260_gianniagnelli.jpgSalone automobilistico di Parigi, venticinque anni fa. La Fiat presentava un modello di automobile familiare di media cilindrata ma con grande bagagliaio. Al vernissage della vettura era annunciato l’avvocato Gianni Agnelli. Una selva di giornalisti italiani, che la Fiat aveva invitato a Parigi per l’avvenimento, attendeva il presidente da qualche tempo. Con un’oretta di ritardo, canonico me lo si lasci dire, arriva l’Avvocato accompagnato dal responsabile dell’Ufficio stampa, l’ingegner Mauro Coppini.

L’Avvocato “saluta” la Regata, poi comincia il giro del Salone. Giunto allo stand Mercedes, l’occhio di Gianni Agnelli si punta sulla 500, al battesimo mondiale. I giornalisti, non solo quelli italiani, circondano l’Avvocato. Il più spregiudicato, che poi ero io, chiede all’Avvocato: “Presidente, cosa pensa di questa Mercedes 500?”. L’Avvocato sorride, mi guarda e dice: “La Mercedes è una gran bella macchina”. Un pausa, poi aggiunge:”Soprattutto per chi ha lo chauffeur”.

E il commento dell’Avvocato fece il giro del mondo.

L’Avvocato e la Mercedes 500ultima modifica: 2010-03-17T15:26:00+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo