Codice della strada “topolino”?E le grandi novità sull’alcol dove le mettiamo?

polizia-stradale-controllo.jpgSi possono commentare, criticandole, le novità introdotte dal Parlamento senza leggerle tutte? Si può. E’ accaduto a un giornalista di un grande quotidiano italiano che, lunedì scorso, ha titolato “Il codice topolino” un brano ricco di facezie e incompletezze. Frutto della mancata lettura dell’intero pacchetto di novità, limitandosi, il nostro, a prendersela con i ciclisti, soprattutto con LE cicliste: che viaggiano sui marciapiedi, che passano col rosso, che portano i bambini due alla volta a scuola sui seggiolini della bici. E non, magari lui!, sui grossi suv come capita invece di vedere a chi va al lavoro verso le 8 del mattino, quando si aprono le scuole. Suv che costituiscono un grave intralcio del traffico.

Orbene, il nostro non si è accorto che le modifiche al codice della strada contengono provvedimenti molto, ma molto seri soprattutto per chi usa guidare dopo aver ingerito bevande alcoliche. Innanzi tutto è stata introdotta una nuova norma per cui viene revocata la patente in caso di recidiva nel bienno alla guida in stato di ebbrezza. Viene anche revocata la patente se, in caso di incidente, il guidatore ha un tasso alcolico superiore a 1,5 gr/litro. Due novità assai importanti, che in commissione non erano state previste.

Veniamo ai provvedimenti nei confronti dei giovani. Se un conducente di età inferiore ai 18 anni (quindi un ciclomotorista) viene sorpreso con un tasso alcolico fra 0 e 0,5 non può conseguire la patente B prima dei 19 anni. Se il tasso alcolico è superiore a 0,5 la patente B verrà data dopo il 21.mo compleanno. Si tratta di novità assollute con conseguenze importanti per i giovani che devono diventare, in seguito, automobilist.

Leggendo il testo delle modifiche il nostro avrebbe avuto, invece,  un’arma formidabile per definire il provvedimento non un “topolino” ma una “tigre sdentata”. Perché tutte le nuove regole, e anche quelle vecchie, non possono essere applicate senza un controllo rigoroso da parte degli agenti che operano sulle strade. Controllo che in Italia, purtroppo, ancora non c’è.

Codice della strada “topolino”?E le grandi novità sull’alcol dove le mettiamo?ultima modifica: 2010-05-11T17:14:49+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Codice della strada “topolino”?E le grandi novità sull’alcol dove le mettiamo?

  1. il tasso alcolico dovvrebbe colpire le persone arcolizzate e non le persone che bevono una birra oppure un caffe corretto e gli viene ritirata la patente ingiustamente per aver superato il tasso 0.5. cosi vengono colpite soprattutto le persone oneste. e non quelli della strage del sabato sera . nota bene dovvrebbero essere presi in considerazione coloro che causano degli incidenti stradali e sono alcolizzati. devono colpire propriamente loro e non quelli che bevono un bicchiere di birra. E’ lo Stato che deve modificare la legge e colpire coloro che sono quasi sempre in stato di ebrezza con delle leggi più severe.

  2. sfido chiunque anche le forze di polizia magistrati e anche onorevoli essendo delle autorità non vengono colpiti in quanto si qualificano mentre un povero disgraziato non avendo nessun potere e nessuna conoscenza viene colpito per aver bevuto una bottiglia di birra in una festa di matrimonio o di battesimo. sfido chiunque a dire che non beve mai.

  3. Prevenire è meglio che curare, ma non si può solamente prevenire!!

    Come dimostrano le statisctiche degli incidenti e delle vittime della strada (in crescita), non è sufficiente fare solo ed esclusivamente opera di prevenzione. Si rischia di accanirsi solo ed esclusivamente contro una categoria di “possibili” colpevoli come ad esempio chi ha bevuto un bicchiere di vino ma guida in maniera tranquilla e sicura, senza aver mai commesso un’incidente.

    Revocare definitivamente la patente, a chi – sobriamente – avendo fatto tardi in ufficio, per esempio, passa con il semaforo rosso investendo una famiglia sulle strisce. Con l’attuale normativa il colpevole di un pluriomicidio continuerà a guidare come se niente fosse, costringendoci a sperare che non faccia piu tardi.

    Per leggere la petizione si può clikkare su http://www.petitiononline.com/KL10808/petition.html

    Per firmarla direttamente
    http://www.petitiononline.com/KL10808/petition-sign.html

I commenti sono chiusi.