Incidente mortale a Milano: di chi è la colpa?

incrocio-mortale-03.jpgOggi 14 maggio 2010 ho visto una moto rovesciata per strada e un corpo coperto da un telo giallo. Città: Milano.  Luogo: incrocio fra Via Mario Pagano e Via Canova. Un incidente mortale, ricostruitomi da alcuni vigili del fuoco.

Un autobus proveniente dalla strada che congiunge la Stazione Nord a Via Pagano arriva al semaforo e si accinge a girare a sinistra per entrare nella via Pagano stessa (foto a destra). Il semaforo nella direzione diritta è verde, quello di svolta a sinistra lampeggia giallo.

Da via Canova, in senso opposto, arriva un motociclista che  passa proprio mentre il bus sta girando. foto incrocio pagano.jpgL’impatto è forte, il motociclista resta ucciso in strada. Fatalità? Nessuna fatalità. Solo responsabilità.

Nel semaforo che decretava la svota a sinistra (come mostra la foto) ci sono tre colori: N.1 il rosso per chi arriva da Pagano; N.2 il verde per chi attraversa l’incrocio; N.3 il giallo lampeggiante per chi deve girare a sinistra.

Logica vorrebbe che al posto di quel giallo lampeggiante, a ordinare la svolta a sinistra, ci debba essere una freccia verde quando da ogni parte il semaforo è ancora rosso. Invece no, la freccia verde (che una volta c’era, secondo le testimonianze che ho raccolto) non c’è più. Forse tolta dall’Atm con l’intenzione di accelerare il passaggio del bus.

Dicono che proprio quel giallo lampeggiante sia la causa di numerosi nincidenti. Io ne ho visto uno solo ieri, purtroppo mortale. E allora dico: rimettete quella freccia verde di svolta. Subito, signori dell’Atm e del Comune.

Incidente mortale a Milano: di chi è la colpa?ultima modifica: 2010-05-14T16:40:00+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Incidente mortale a Milano: di chi è la colpa?

  1. Concordo pienamente. Purtroppo, quando sono passato io il giovane era per terra in piena rianimazione in corso. 15 minuti e più non sono serviti a nulla, impatto troppo violento.
    Incrocio molto pericoloso, ma molta gente è ignorante perchè a quell’incrocio si va come i pazzi… purtroppo anche il giovane di oggi ha esagerato un po con la velocità! Ad ogni modo, velocità o meno l’incrocio rimane cmq pericoloso, specie per i pedoni!

  2. Sono stato anche io vittima di un incidente in moto con un auto proprio in questo incrocio. Anche nel mio caso io procedevo diritto e l’auto svoltava a sinistra con segnale poco chiaro senza darmi la precedenza.
    La cosa più intelligente sarebbe quella di sostituire questo benedetto semaforo con una bella rotonda.

  3. Ma scusate : fare qualcosa tutti insieme ???
    Soprattutto Voi che vivete quell’incrocio quotidianamente non vi siete mai imposti nulla ???
    Io Marco lo conoscevo molto bene vi dico solo che 15 giorni prima i mie bambini e i sui giocavano e mangiavano insieme , mentre IO e Marco ci preoccupavamo della carne alla brace con i suoi fratelli.
    Questo per dirvi che mai girare le spalle su certe cose che riguardano noi TUTTI direttamente o indirettamente.
    Scusatemi tutti , ho perso un fratello nel lontano 1984 anche lui in sella ad una moto e oggi sto soffrendo per l’ennesima volta .

I commenti sono chiusi.