E Ferrari mi rimproverò. “Mi dica, Morosini: ma Gilles con cosa ha fatto la pole position? Con una bicicletta?”

Villeneuve_79_3.jpg7 aprile 1979: qualificazioni del GP Usa West a Long Beach. Le Ferrari vanno davvero forte, Villeneuve e Scheckter hanno di che essere soddisfatti. Gilles  compie miracoli, mentre Jody non è così veloce. Il sudafricano è ancora sotto choc per la sconfitta subita dal compagno di squadra, nel GP di Johannesburg. La pole non sfugge al mio grande canadese e, sul Corriere della Sera, imbastisco una specie di peana. Gilles di qua, Villeneuve di là: e mi scordo completamente di nominare la Ferrari. Senza volerlo, naturalmente, preso com’ero dalla foga di magnificare l’impresa di Villeneuve. Vado a letto, soddisfatto del mio lavoro.

 

Verso le 5 del mattino, drin drin, drin, suona il telefono della mia camera d’albergo. Una voce bassa e greve, impossibile non riconoscerla: la voce del Drake. “Sono Ferrari”, mi dice. “Buongiorno ingegnere”, dico io con la voce che tradisce il sonno interrotto. Enzo Ferrari riprende: “Ho letto il suo articolo, proprio un bell’articolo. Gilles ha fatto un giro splendido e ha meritato la pole position. Può, però, spiegarmi una cosa?”, la voce diventa improvvisamente tagliente. “Mi dica pure, ingegner Ferrari”. “Ecco, caro Morosini, mi spieghi un po’: la pole position, Gilles, con che cosa l’ha ottenuta: con una bicicletta?”.

 

Il Drake capisce che non ho afferrato bene e sbotta:”La prossima volta, quando Gilles conquisterà un altro traguardo, si ricordi di scrivere che guidava una Ferrari”. Il clic del telefono. Conversazione finita. E lezione insaccata.

 

E Ferrari mi rimproverò. “Mi dica, Morosini: ma Gilles con cosa ha fatto la pole position? Con una bicicletta?”ultima modifica: 2010-05-17T15:21:00+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “E Ferrari mi rimproverò. “Mi dica, Morosini: ma Gilles con cosa ha fatto la pole position? Con una bicicletta?”

  1. Come capita ogni qualvolta leggo i suoi racconti di “storia”, immagino le scene ed è mia opinione che grandi vicende capitano a grandi uomini…. per scriverle ci vogliono altrettanti professionisti con le medesime qualità………..

I commenti sono chiusi.