Ibrahimovic perde i freni, va lungo su Arrigo Sacchi e sbatte contro il muro della maleducazione

ibra 2.jpgZlatan Ibrahimovic è un gran calciatore, nessuno può metterlo in dubbio. Ma come guidatore di se stesso non riesce a essere all’altezza di quel che è sui prati del football. L’ho sentito in un duetto polemico con Arrigo Sacchi fare affermazioni da lasciare allibiti. “Io gioco così – ha detto Ibra dopo la gara contro l’Auxerre rispondendo a una critica di Sacchi-. Se non ti piace guarda qualcos’altro”.  Come? Un critico di una emittente importante ti fa le pulci e tu gli rispondi di non guardare? E allora il critico cosa deve fare? Soltanto il leccapiedi? La verità è che Ibra, con la sua auto di marca Arroganza ha perso i freni, è andato lungo (come si dice in gergo) e ha sbattuto contro il “muro” Arrigo Sacchi il quale gli ha semplicemente ribattuto: “Devi imparare l’educazione. Credo che sia un diritto di tutti poter esprimere in modo educato opinioni e convinzioni”. Parole sacrosante, sulle quali dovrebbe intervenire anche l’Ordine dei giornalisti presso la società del calciatore  svedese.

Ibrahimovic perde i freni, va lungo su Arrigo Sacchi e sbatte contro il muro della maleducazioneultima modifica: 2010-09-17T11:37:30+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Ibrahimovic perde i freni, va lungo su Arrigo Sacchi e sbatte contro il muro della maleducazione

  1. sicuramente Ibra non e’ stato educato tuttavia proprio perche’ un critico puo’ esprimere un suo personalissimo giudizio,cosi’ chi lo riceve ha il diritto di non essere d’accordo, in fin dei conti non gli ha detto parolacce ma solo cambia canale. Il personaggio lo conosciamo, se giornalisti ed opinionisti gli dessero meno importanza ci penserebbe su prima di dare risposte del genere.

I commenti sono chiusi.