Violare il Codice della strada? A Milano è un’abitudine impunita degli scooteristi

MOTO E STRISCE 3.jpgLungo il viale che dal Parco porta alla stazione Nord… Walter Valdi e la sua celebre canzone milanese non c’entrano, qui si parla di sicurezza stradale. E degli scooteristi che commettono infrazioni gravi senza che alcun vigile intervenga perché i tanti vigili milanesi stanno in ufficio a redigere verbali invece che a controllare ( e vigilare, secondo l’etimologia del sostantivo che li contraddistingue). Colpa di chi? Di chi gestisce la vigilanza urbana, cioè del vice sindaco senatore Corrado De Corato, e di conseguenza anche del sindaco Letizia Moratti, che non sanno imporre alla Polizia Locale il controllo efficace delle strade e del Codice. A proposito, il Comandante della Polizia Locale che controlli esercita?

Dunque, verso le 8 del mattino, quando la gente si reca al lavoro, le infrazioni degli scooteristi (quante donne fra gli indisciplinati!!) sono praticamente la normalità del traffico milanese. Rarissimi vigili sulla strada, spesso intenti a parlare al telefonino. Gli incidenti che capitano ai guidatori delle due ruote molto spesso non sono addebitabili agli automobilisti, che hanno anch’essi colpe gravi, soprattutto i guidatori di Smart che considerano questa piccola vettura esattamente come uno scooter e la usano tagliando spesso la strada alle vetture più grosse. MOTO IN MEZZO ALEL AUTOpg.jpgNé gli scooteristi possono essere considerati utenti deboli della strada ma devono essere considerati “autodeboli” visto che sono loro a mettersi in pericolo violando nel 98 per cento dei casi le norme del codice della strada. Come testimoniano le foto che pubblico e che ho scattato lungo il viale che, appunto, porta alla stazione Nord: guidatori contro mano, aldilà della doppia linea continua; guidatori fra le due file parallele di auto che rischiano, se una porta viene aperta, di finire all’ospedale. E ci piacerebbe conoscere, dal senatore De Corato, il numero delle contravvenzioni (e dei ritiri di patente) che la Polizia Locale ha elevato in questo tratto di strada milanese. La giustificazione di chi guida le due ruote è spesso questa: rispettando il Codice non arriveremmo mai a destinazione. E, allora, via: tutti a violare il codice, tanto i vigili di Milano chiudono un occhio. Anzi tutti e due.

Violare il Codice della strada? A Milano è un’abitudine impunita degli scooteristiultima modifica: 2010-11-13T11:57:12+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo