Nissan Leaf Auto dell’anno: ma un’elettrica non è ancora un’auto per famiglia

nissan-leaf_hi_007.jpgNissan Leaf  ha vinto il premio Auto dell’Anno. Una vettura elettrica ha battuto una quarantina di vetture convenzionali. Le qualità di Nissan Leaf sono indubitabili: berlina a cinque posti, tecnicamente avanzata con prestazioni eccellenti. Poiché la Nissan la definisce auto per famiglia, quel che mi lascia perplesso è l’autonomia: 160 chilometri prima della ricarica totale. Ciò significa che per andare da Milano a Roma con una Leaf (che pare che costi 35.900 euro) occorrono almeno 4-5 ricariche da 30 minuti a colonnine di rifornimento (che in Italia e in moltissimi altri paesi europei non ci sono).

Evidentemente la giuria dell’Auto dell’anno ha voluto dare una svolta ai soliti criteri: svolta sulla quale non sono pienamente d’accordo. Perché, prescindendo dalle qualità della vettura, prodotta per ora solo in Giappone, io penso che il titolo di regina delle auto  sia stato assegnato in maniera non troppo ortodossa: io ritengo  che per concorrere al titolo di Auto dell’anno una vettura debba essere sui mercati internazionali da almeno sei mesi e debba avere il conforto di una giuria veramente e completamente internazionale. Invece il regolamento dell’Auto dell’anno prevede che, per concorrere, bastino solo “prenotazioni” e non vendite. In secondo luogo la giuria è composta di giornalisti di soli 23 paesi (neppure, quindi, dai giornalisti di tutta l’Unione Europea). Giornalisti che non appartengono a tutti i grandi quotidiani, ai grandi magazines e ai grandi portali Internet; ma che, al contrario, sono una specie di consorteria con “testate” che si gestiscono a turno l’organizzazione del premio. Consorteria di giornalisti, perciò, suscettibile alle lusinghe degli uffici marketing, sia delle case automobilistiche sia delle case editrici.

Detto questo, occorre aggiungere che la Leaf, per le sue intrinseche qualità, è stata giustamente definita dall’agenzia governativa ambientale statunitense (Epa) una fra le migliori (se non la migliore) auto con emissioni zero. Tuttavia, un’auto totalmente elettrica non è ancora pronta per sostituire le auto di famiglia con motore a scoppio.

Nissan Leaf Auto dell’anno: ma un’elettrica non è ancora un’auto per famigliaultima modifica: 2010-11-29T17:16:04+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Nissan Leaf Auto dell’anno: ma un’elettrica non è ancora un’auto per famiglia

  1. Ma lo sarà presto. Appuntamento fra 5 anni… intanto va bene per l’80% degli utilizzi quotidiani e per le 4-5 che vado lontano con la famiglia prendo il treno, l’aereo e prendo a nolo in loco una vettura o per fare il viaggio affitto una macchina, senza possederla…

    Si è sempre discusso di queste giurie… ma quando vinse Nissan nel 1993 e arrivò seconda con la Primera il mercato confermò i premi. Quindi, avanti c’è spazio per chi sa e può fare…

I commenti sono chiusi.