Le indiscrezioni continuano: Montezemolo lascia la Ferrari, Harald Wester presidente?

montezemolo.jpgDa mesi si susseguono indiscrezioni su Luca di Montezemolo che lascerebbe la Ferrari per occuparsi del progetto riguardanti i treni superveloci che dovrebbero far concorrenza ai Frecciarossa delle FS. Se Luca di Montezemolo, deciderà di lasciare il proprio ufficio di Maranello, il suo posto dovrebbe andare a un personaggio che abbia un carisma riconosciuto e, soprattutto, che abbia un nome affascianante. Ci verrebbe subito da pensare a Piero Ferrari: chi mai, infatti, potrebbe competere col figlio del Drake per una presidenza dell’azienda creata da tanto padre? Invece, stando alle indiscrezioni che arrivano da Torino, sembra che l’a.d. del gruppo Fiat-Chrysler sia intenzionate a far presidente quell’ Harald Werster (foto in basso) attuale primo ministro di Maserati, Alfa Romeo e Abarth. Indubbiamente l’uomo è di valore, ma con l’immagine della Ferrari (soprattutto con quella della Scuderia) non può sicuramente competere con l’attuale presidente né col cognome Ferrari.

Devo aggiungere, però, che mi è passata per la mente anche un’altra idea. Che Marchionne, mettendo Wester a capo della azienda di Maranello  abbia due obiettivi: ricreare il polo del gran lusso (con Maserati e Ferrari) e vendere l’Alfa Romeo per avere Wester.jpgil danaro necessario ai futuri investimenti del gruppo torinese. In effetti, portare avanti un programma che comprenda la guida, lo sviluppo e le competizioni mondiali di tre marchi strepitosi (come Ferrari, Maserati e Abarth) non è pane facilmente digeribile. In più Marchionne, recentemente, ha avuto occasione di affermare che “se qualcuno si presentasse con un’offerta di 20 miliardi per l’Alfa Romeo, la discussione potrebbe anche cominciare”. Giusto i 20 miliardi che servono a Torino per i grandi investimenti.

Le indiscrezioni continuano: Montezemolo lascia la Ferrari, Harald Wester presidente?ultima modifica: 2011-02-15T16:13:31+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Le indiscrezioni continuano: Montezemolo lascia la Ferrari, Harald Wester presidente?

  1. che sbaglio vendere l’Alfa , diciamo che gli ultimi modelli non sono piaciuti molto. Io vedrei un ritorno ad alcuni modelli vecchi modificati tipo Giulia o Giulietta spider ( non duetto) . Vedo tra giovani e meno giovani 40-50-60- una voglia di alfa prima maniera, pensateci. Marinai

  2. Un buon dirigente e basta messo dall’alto su di una graticola al calor rosso. Sembrerebbe il preludio ad una operazione commerciale piuttosto che al rilancio. L’ALFA Romeo vien sempre per ultima. Dobbiamo ringraziare che non ha fatto la fine di Lancia, almeno per ora. Quando L’I.R.I. vendette l’ALFA si poteva immaginare questo futuro per una casa che esprimeva una scuderia di F1?

  3. Pur rispettando gli antichi fasti e al tempo stesso mettendo da parte le nostalgie (con i ricordi gli operai non mangiano…) mi trovo a fare una considerazione:io non so se davvero il marchio del Biscione sia ancora così prestigioso oggigiorno,almeno nel settore alto di gamma.
    La riflessione può apparire off topic ma vorrei sottolineare che,dell’unica Alfa Romeo veramente degna del nome, la sportiva 8 C,in giro per Milano non si vede neanche l’ombra.Da quando venne presentata (ed esposta in pieno centro in una bellissima livrea rosso rubino metallizzato) ne ho viste girare 3 (tre) ed è passato un anno e mezzo …La vettura secondo me non è un capolavoro di stile ma è sicuramente di forte impatto e degnamente motorizzata (dal suono pare un derivato 8 cil.Maserati).
    Eppure….Porsche,Ferrari,Lambo,Aston Martin,Maserati,…qui in città sono incontri piuttosto frequenti….ma la 8 C non si vede.
    Ma è stata commercializzata o è rimasta una esercitazione fine a sè stessa ? Non conosco il prezzo,ma sappiamo che in fascia alta non è di per sè un deterrente: se un prodotto piace,trova acquirenti.
    E allora …non è che il marchio sia ormai definitivamente decaduto ?
    Non me ne vogliano gli alfisti (anche io ho avuto .. 2 Alfette,una GTV Bertone,e brevi parentesi con Duetto e Montreal) ma temo che nelle sportive alto di gamma la partita sia ormai seriamente compromessa.
    Forse,scendendo di categoria il marchio ha ancora un suo pubblico,ma
    mi pare manchino i modelli e questo forse significa che a Torino hanno deciso di non investire .Magari,come conseguenza all’esito del referendum interno,la dirigenza tornerà a considerare Alfa Romeo un marchio su cui puntare.

  4. Montezemolo è il classico arrampicatore, già vede da lontano il posto vuoto che lascierà Berlusconi la svolta decisiva la politica è il suo futuro, e forse il rinnovatore delle ferrovie europee. Il personaggio FERRARI non è conforme agli usi marchionniani anche se il presidente è solo una figura per altro nella ferrari.

I commenti sono chiusi.