Problemi per la Pirelli in F1: le gomme non resistono per colpa delle specifiche federali

pirelli f1.jpgLe prove disputate dai team della F1 hanno messo a nudo qualche perplessità circa delle gomme Pirelli. Secondo le mie informazioni, le Pirelli testate dai teams nei due tipi di mescole, dure e morbide, hanno dato risultati completamente diversi rispetto a quelle usate fino all’anno scorso, le Bridgestone. In pratica, anche la mescola più dura delle Pirelli si consumerebbe abbastanza velocemente, fatto che costringerebbe le scuderie a stabilire su tutte le piste almeno due pit stope, in qualche circuito, tre o anche quattro arresti ai box. Perché  queste difficoltà iniziali?

Perché la Pirelli ha dovuto operare su indicazioni specifiche non dei teams ma dei tecnici della Fia guidata da Jean Todt. I quali hanno fornito queste specifiche con l’intentyo di aumentare lo spettacolo, appunto, con le soste ai box. Ora se una corsa dev’essere stabilità non dalle soluzioni ingegneristiche né dalle ricerche aerodinamiche, né dai motori né valore dei piloti ma dal numero dei pit stop, allora vuol dire che la formula 1 ha cessato di essere il laboratorio di ricerca per la produzione di serie per diventare uno spettacolo che nulla ha a che vedere con l’automobilismo. La Pirelli ha tecnici, tecnologie e strutture per operare un ribaltamento completo della situazione. E i team, in questa operazione, possono dare un contributo essenziale con i loro dati e i loro tecnici. Altro che specifiche federali!

Problemi per la Pirelli in F1: le gomme non resistono per colpa delle specifiche federaliultima modifica: 2011-02-21T21:16:02+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Problemi per la Pirelli in F1: le gomme non resistono per colpa delle specifiche federali

  1. A tutto vantaggio di scuderie meno competitive posizionate di solito nelle retrovie, infatti il vantaggio sarà quello di risparmiare le gomme andando piano mantenendo la posizione e fare meno pit stop perchè nella maggior parte dei circuiti non si puo sorpassare, vedere l’ultimo gran premio 2010. Non sarà un po’ pericoloso per quei piloti che vorranno rischiare, su gomme logorate, qualche giro in più?

I commenti sono chiusi.