Motori diesel euro4: a Milano devono avere pari diritti con o senza filtro antiparticolato

 137-filtro-fap.jpgFino a oggi Milano ha fatto pagare gli ingressi nella cerchia dell’ecopass alle vetture euro4 diesel senza filtro antiparticolato. Tre volte abbiamo esortato i tecnici dell’ex sindaco Moratti a modificare la normativa facendo loro presente che le vetture diesel euro4 con filtro antiparticolato hanno la stessa quantità di emissioni delle diesel euro4 senza filtro.

Semplicemente le prime, ove si togliesse il filtro non riuscirebbero più a soddisfare le norme euro4. Le seconde, in realtà, sono motorizzazioni tecnicamengte più avanzate.

Io spero che il sindaco Pisapia abbia consiglieri tecnici migliori della Moratti e che, qualora l’ecopass dovesse essere mantenuto, l’anomalia sia corretta e a tutti i diesel euro4 vengano riconosciuti pari diritti.

Motori diesel euro4: a Milano devono avere pari diritti con o senza filtro antiparticolatoultima modifica: 2011-05-30T21:30:14+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Motori diesel euro4: a Milano devono avere pari diritti con o senza filtro antiparticolato

  1. Che gli Euro 4 debbano avere gli stessi diritti, sono d’accordo, ma non solo tra antiparticolato o non, ma anche tra diesel e benzina.
    Però l’affermazione nell’articolo non è corretta, infatti ci sono parecchi diesel che erano già Euro 4 anche senza particolato.
    Sull’ultima affermazione non speriamoci troppo, è risaputo che in Italia se una cosa è scorretta ma fatta da altri non si tocca, infatti si incolpa il predecessore e si continua a fregare la gente…

  2. Il trattato è :L’euro, classe inquinamento del veicolo. Il mio problema questa volta lo vorrei spostare sulla truffa dei vari euro dopo l’immatricolazione. Mensilmente, sfoglio per passione diverse riviste automobilistiche. Quasi su tutte queste riviste, trovo ampiamente publicizzato centri o officine, specializzate nel modificare le centraline elettroniche originali, montate sulle autovetture. Ora, da semplice e stupido automobilista e cittadino mi chiedo… Se il Costruttore mi vende un’auto omologata con i suoi dati tecnici, è legale alterarli? Se no, perchè la legge lo vieta? Se si, cosa servono tutte quelle omologazioni fittizie se poi si modificano a proprio piacimento? Se io compero un’auto euro 6 (già proiettata ecologicamente verso gli anni 2015 ed oltre) la modifico, altero la potenza, la coppia ed i consumi, che razza di euro 6 io guido? Pero… ne goderò sempre dei vantaggi legali per circolare indisturbato nelle zone vietate alle classi di euro inferiori. Avrò inoltre, a disposizione un veicolo con prestazioni ben diverse da quello che ho acquistato. Infine, potrò usufruire per sempre di un veicolo con potenza superiore o molto superiore di quella dichiarata. La differenza è… Che tra me ed un altro automobilista con lo stesso veicolo (non taroccato), io furbamente pago e pagherò molto meno tasse di lui, pur possedendo e guidando un auto in pratica, di altra categoria. Trascurando il fattore fiscale, la sicurezza…. Resta nei parametri? Escludendo i veicoli adibiti esclusivamente a gare, perchè si permette alla luce del sole di fare queste modifiche? La scorsa estate, durante le ferie al mare, mi sono recato con la mia ex FIAT Sedici 1.9 td da uno di questi specialisti, per pura e semplice curiosità. Con una spesa di 350 euro, mi garantiva un incremento di potenza di oltre 40 cv, una coppia di oltre 100 KgN. ed un aumento della velocità di c.a 25/30 km/h. Ho preso tempo… Ovviamente ho rinunciato. Nel frattempo, la mia curiosità era stata esaudita. Posso affermare che questa esperienza non è frutto del solito ho sentito dire, ma della pura e semplice realtà. Esperienza vissuta in prima persona. Mi chiedo… Le Autorità preposte, le varie Polizie, gli uffici ex Motorizzazione Civile, perchè non intervengono quando si rende pubblico in modo palese manomissioni vietate dalla legge? Vorrei finalmente che l’ Autorità competente in materia, mi desse delle risposte chiare ed esaurienti. Ringrazio anticipatamente.

I commenti sono chiusi.