Mario Balotelli, i vigili e la Mercedes S63 Amg proibita ai neo patentati

balotelli.jpgLe cronache dicono che Mario Balotelli, ex calciatore dell’Inter, viene spesso a Milano dove scorrazza con auto di grossa cilindrata a tutta velocità. Tanto che qualche giorno fa, dicono sempre le cronache, è stato sorpreso dai vigili alle 3,30 del mattino a velocità proibita con una Mercedes S63 Amg , multato di 380 euro e penalizzato di 10 punti: la sanzione accessoria sarebbe stata di 5 ma raddoppiata perché, dicono sempre le cronache, Balotelli è neopatentato. Un fatto, questo, che mi lascia perplesso visto che il calciatore guida da oltre un anno mentre le limitazioni per i neo patentati sono partite il 9 febbraio scorso.

Voglio però chiedere al signor Mastrangelo, comandante dei Vigili di Milano, se la pattuglia che ha fermato Baletelli non abbia controllato il permesso di guida di Balotelli e, nel caso fosse davvero neopatentato, non glielo abbia tolto per una prevedibile sospensione, come prescrive il Codice, da 2 a 8 mesi: perché quell’auto,  un guidatore che abbia preso il permesso di guida dopo il 9 febbraio 2011 quell’auto non potrebbe guidarla.  La Mercedes S63 Amg ha motore da 544 cavalli, velocità di punta di 300 orari. Prima che Balotelli abbia un incidente grave per se e per altri, è d’obbligo fa rispettare il codice della strada e in caso di  recidività togliergli il permesso di guida per il massimo di mesi previsto.  

 

Mario Balotelli, i vigili e la Mercedes S63 Amg proibita ai neo patentatiultima modifica: 2011-06-11T11:21:43+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Mario Balotelli, i vigili e la Mercedes S63 Amg proibita ai neo patentati

  1. Balottelli dovrebbero obbligarlo ad andare in BICI anzi in triciclo per non cadere, ed a chi di dovere (nulla so del caso) far rispettare le leggi a tutti indistintamente cosa che in Italia poco si fa, vedi telefonino alla guida, cinture non allacciate e senza casco in città ed il non uso dei segnali di svolta come lo scorretto uso del clacson.

  2. 13 giugno 2011

    Come tutte le leggi italiane e le regole non vengono mai rispettate da

    chi dovrebbe dare l’esempio perché personaggio pubblico in vista.

    Si dovrebbe punire con più severità, chi corre in auto, chi investe pe=

    doni , chi guida ubriaco e uccide ciclisti.

    Carlo Latorre

  3. Caro Nestore,mi chiedo se non sia il caso di sottoporre a un test psico-attitudinale di verifica i soggetti recidivi a comportamenti socialmente dannosi.Ritengo lecito chiedersi se ….uno che per passatempo tira freccette dalla finestra scegliendo inoltre bersagli..umani,che colleziona in 12 mesi un centinaio di contravvenzioni per varie infrazioni al codice della strada,che in Piazza della Repubblica a Milano viene fermato dopo aver sparato in aria con una scacciacani dal finestrino della propria R8 e chissà quant’altro ancora …ebbene,a fronte di tale serie di demenziali
    comportamenti pare evidente che la maturità mentale del soggetto non sia come dire,allineata con l’età anagrafica…
    Pertanto,a parte lo specifico desolante caso Balotelli,un test agli esaminandi nonchè ai patentati protagonisti di atti denotanti una complessiva immaturità,sarebbe auspicabile.Il tutto in un’ottica di sicurezza sociale,considerato che una vettura è potenzialmente un’arma letale,come quotidianamente possiamo constatare.
    Questo avrà senz’altro un costo e potrà anche far calare le vendite,ma il costo sociale ed economico degli incidenti (del quale quasi mai si parla) è spaventoso.Una cifra da capogiro che si potrebbe ridurre e di molto con vantaggio di tutti.
    Un caro saluto.

  4. ma non era stato fermato dai vigili…

    e poi neopatentato, ma attenzione però i nuovi limiti di potenza si applicano solo a coloro che conseguiranno la patente B dal 9 febbraio 2011, non è valido per chi ha conseguito la patente in una data precedente, quindi se anche l’avesse “presa” l’8 febbraio potrebbe tranquillamente guidare anche una Veyron….

I commenti sono chiusi.