Jenson Button bravo in Canada: ma avrebbe dovuto essere penalizzato e non avrebbe vinto

JensonButton.jpgE’ vero, Jenson Button ha fatto una grande corsa in Canada, da ultimo aprimo non è uno scherzo. Ma non avrebbe vinto se i commissari fossero stati intransigenti con lui che aveva commesso due irregolarità clamorose: una quando ha urtato Alonso e una seconda quando ha cacciato fuori pista Hamilton. Se non è stato penalizzato, a fine gara, è perché in F1 conta moltissimo la politica e poco lo sport. Perché con la politica, a fine gara, la doppia “investigation” dei commissari è finita a tarallucci e vino, tanto Sebastian Vettel era secondo e in classifica faceva un bel passo in avanti lo stesso. Però Vettel, che aveva guidato sempre la corsa ed era stato svantaggiato dalla numerose uscite della Safety car, avrebbe meritato di vincere: tuttavia la MaLaren Mercedes è una squadra politicamente super potente in F1 mentre la Red Bull Renault è praticamente una new entry, senza tradizione e senza peso politico. Alla quale, se i commissari Fia la ignorano oppure le fanno uno sgarbo, non è concesso di protestare.

Jenson Button bravo in Canada: ma avrebbe dovuto essere penalizzato e non avrebbe vintoultima modifica: 2011-06-13T16:18:00+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Jenson Button bravo in Canada: ma avrebbe dovuto essere penalizzato e non avrebbe vinto

  1. Non solo scorrettezze alla Button ma anche Schumacher gli ultimi giri gli ha dato strada rallentando e portandosi sul bagnato, lui che non avrebbe lasciato passare neanche suo figlio. Veramente non mi stupisco più nello sport, se questo è sport, succede di tutto. Poi visto l’andazzo li ha fatti fuori tutti, certo che arriva primo. Sarà veramente ora di rinnovare tutto l’apparato di F1?

  2. Complimenti vivissimi a Jeson Button per la bravura , la determinazione e la Fortuna , avere due incidenti con l eliminazione dell altro ( entrambi potenziali vincitori ) non e’ da poco , le mc laren erano le vetture da battere in quelle condizioni , il loro vantaggio e’ poi stato annullato dal lungo stop che ha concesso la sistemazione almeno in parte degli assetti , che la mc laren sia un team politicamente forte lo si sa da tempo ma anche la red bull con il suo sistema di spinta in rilascio e’ stata favorita . Non ritengo sia da condannare nessuno in questo GP , un briciolo di colpa Button la ha nell aver volutamente stretto Hamilton che era uscito come un fulmine dalla chicane ma nell incidente con fernando la colpa e’ al 50 %, finalmente un bel GP , questa volta sfortunato per la Ferrari che avrebbe meritato tanto di piu’ , parlo di quella di Fernando naturalmente perche’ Massa … si aspettano regole chiare in questa F1 , ma per favore non lamentiamoci di questo GP e non tiriamo in ballo in modo calcistico i commissari .

  3. Se Janson andava punito? Forse si ……ma anche Vettel per il taglio netto della chicane che gli ha fatto guadagnare circa 1 sec.; il regolamento è chiaro a proposito.
    Il capoclassifica Sebastian nelle gare precedenti in partenza ha sempre cambiato più volte direzione quando il regolamento prevede al massimo un solo cambio di direzione! Mai sotto inchiesta!……..Red Bull senza peso politico? non penso proprio

  4. Mi ricordadano sempre la storiella della volpe e l’uva. Noi Italiani siamo sicuramente sempre campioni del mondo in critiche e partigianeria. Si vince, si brinda, si perde si fa autocritica e si cercano gli errori fatti. Questo dovrebbe essere lo sport doc!!! Il resto lasciamolo alle chiacchere della domenica sera al bar.

I commenti sono chiusi.