Soldi alle sole vetture elettriche tassando le bottiglie di plastica: provvedimento iniquo, meglio dare sovvenzioni alle ibride

auto-elettriche.jpgLe Commissioni riunite Trasporti ed Attività produttive hanno approvato un testo unificato della proposta di legge relativa alle “Disposizioni per favorire lo sviluppo della mobilità mediante veicoli che non producono emissioni di anidride carbonica”. Il testo approvato istituisce un fondo nazionale di incentivazione per lo sviluppo della mobilità elettrica, con una dotazione annua di 60 milioni di Euro per il periodo 2011-2015, che prevede l’erogazione di incentivi all’acquisto di veicoli elettrici ricaricabili. Come verrà finanziato il provvedimento? Sentite qua: con un nuovo prelievo fiscale da 1,5 centesimi di Euro sulle bottiglie di plastica in vendita al pubblico. E se la gente che consuma bottiglie comincia a comprarle di vetro, il provvedimento va in malora?

Diciamo subito che tratta di un provvedimento che, da una parte, ha suscitato la gioia dei produttori stranieri (soprattutto Renault che sull’elettrico ha investito parecchio) che le auto elettriche ce l’hanno. E dall’altra il risentimento degli italiani (leggi gruppo Fiat) che l’elettrica non ce l’hanno.

Ma il provvedimento non solo è  difficilmente realizzabile ma anche iniquo. Irrealizzabile perché non esiste in Italia una rete di approvvigionamento, attaccandosi alla spina di casa le spese aumentano in maniera, anche, considerevole. Iniquo, invece, per due altre ragioni. In primis i soldi andranno a beneficio non delle famiglie (moltissime non possono permettersi il costo elevato di un’elettrica) ma quasi esclusivamente degli operatori del trasporto cittadino. In secondo luogo, il provvedimento sarebbe dovuto andare in direzione delle vetture ibride molto meglio gestibili da parte dei nuclei familiari.

Ma è possibile che le Commissioni non abbiamo al loro interno, per evitare provvedimenti demagogici e quindi sbagliati, gente che mastichi almeno un poco il settore dell’automobile?

 

Soldi alle sole vetture elettriche tassando le bottiglie di plastica: provvedimento iniquo, meglio dare sovvenzioni alle ibrideultima modifica: 2011-07-27T19:50:00+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Soldi alle sole vetture elettriche tassando le bottiglie di plastica: provvedimento iniquo, meglio dare sovvenzioni alle ibride

  1. Io non capisco più cosa vogliono fare, premesso che il sottoscritto si attiene scrupolosamente alle direttive ENEL con orari ben delineati sul consumo dell’elettricita per pagare una bolletta già salata di per se, quanto mi costerà caricare una auto elettrica? Sarà sufficiente il mio contatore per caricare le batterie? Sarà necessario avere la 380 v o basta la 220? Quanto impiegherà per caricare le batterie? Quanto mi costerà ogni carica? Visto che le auto elettriche hanno poca autonomia ed i costi per caricarle saranno pesanti, converrà in Italia una auto elettrica? La FIAT non aveva un motore 3 cilindri che sarebbe servito per caricare le betterie di un’auto elettrica per un ibrido?

  2. Un commento da fare su questo post sono un calcolo preciso dei costi giornalieri di una utilitaria a benzina sia al nord che al sud che percorre 15.000 km all’anno con tutti gli aumenti, tasse e balzelli. Una cosa cosi’ tanto per sapere dove stiamo andando, visto che le case automobilistiche perdono percentuali di vendita veramente preoccupanti.

I commenti sono chiusi.