Quando una piazza importante di Milano viene “strangolata”

mappa.jpgPiazza De Angeli è una piazza importante di Milano. Una congiunzione fra la zona Fiera e le strade che portano all’ospedale San Carlo e a San Siro. Un anno e mezzo fa, piazza De Angeli era una piazza con circolazione rotatoria, parcheggi per residenti e a pagamento, facilità di attraversamento senza rischiare di finire sotto un mezzo in movimento. Oggi Piazza De Angeli è praticamente diventata una via di scorrimento, i lavori  che durano da oltre un anno l’hanno stravolta con buona pace dell’ex sindaco Letizia Moratti che ha autorizzato l’obbrobrio. Un esempio soltanto: chi esce dal parcheggio, situato a ridosso dei tre loggiati della piazza, non può invertire la marcia: il genio comunale che ha redatto foto-de-angelli.jpgil progetto ha dimenticato di risolvere questo problema. Inoltre le carreggiate in cui è stata divisa la circolazione sono troppo strette, per far posto e un marciapiede sul quale si può giocare una partita di calcio. Il tutto a spese dei cittadini. Una domanda all’attuale sindaco: non si potevano interrompere questi lavori inutili, ridare a piazza De Angeli il suo aspetto originale magari abbellendola col ripristino del solo giardino e facendo risparmiare alla collettività un sacco di soldi?

Nella piantina: la vecchia piazza De Angeli. Nella foto: la nuova, caotica e dispendiosa.

Quando una piazza importante di Milano viene “strangolata”ultima modifica: 2012-02-24T16:54:15+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo