E’ pericoloso ed è proibito attraversare in bici le strisce pedonali

pericolo sulle strisce pedonali.jpgUn anziano signore in bicicletta è stato travolto sulle strisce pedonali, è morto e il guidatore dell’auto che l’ha investito non si è fermato e ora è ricercato dalla polizia. Da quel che è dato sapere, l’anziano ciclista ha attraversato, pedalando, la zona zebrata, commettendo una grave imprudenza. Alla pietà per una morte dolorosa e alla condanna per un’azione vile, devo aggiungere anche la denuncia per un’andazzo che la polizia municipale di Milano sta tollerando senza intervenire: quella di buttarsi giù dal marciapiede in bici e attraversare le strisce pedonali. Il Codice della strada reprime questo comportamento che i tutori del traffico invece sempre più spesso tollerano. Le strisce bianche di attraversamento si chiamano “pedonali” proprio perché riservate ai pedoni. Chi viaggia in bici deve scendere e attraversare le strisce a piedi, come sta facendo il signore della foto. Devo anche dire che a commettere questa imprudente leggerezza sono perlopiù i giovani. E devo concludere che qualche volta ho fatto le mie rimostranze a questo tipo di comportamento. In un paio di casi, suonando il clacson per avvertire dell’irregolarità, due signore mi hanno guardato dicendomi: “Ma cosa suona, non vede che siamo sulle strisce pedonali?”. In qualche occasione, qualche ciclista mi ha mandato a quel paese non aspettando che scendessi dall’auto per offrire spiegazioni adeguate. E in molti altri casi, ho visto le auto dei vigili fregarsene bellamente vedendo i ciclisti attraversare al volo le strisce. Caro assessore Maran, parlare su facebook del sessod elgi angeli può essere divertente. Ma poi il traffico di Milano chi lo regola?

 

E’ pericoloso ed è proibito attraversare in bici le strisce pedonaliultima modifica: 2012-08-06T19:17:12+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “E’ pericoloso ed è proibito attraversare in bici le strisce pedonali

  1. Caro Nestore il traffico a Milano lo regolano le telecamere !!!
    A questo punto i milanesi dovrebbero chiedersi per quale motivo pagare i vigili…..
    Sicuramente ce lo spiegherà Maran su queste pagine.
    E spiegherà anche che le biciclette “non” sono tenute ad osservare il codice della strada come qualsiasi altro mezzo circolante.
    La Milano europea sostituisce il vecchio decrepito Codice della Strada con il Codice Maran !!!!!
    Il nuovo che avanza:o forse sono gli avanzi del nuovo….

  2. Quando ho fatto io la patente di guida, nel 1971, le strisce pedonali non avevano la precedenza sulle autovetture, dato che la strada era per le auto e non per i pedoni. I pedoni erano tenuti ad attraversare sulle strisce per non incorrere in pericoli e soprattutto per regolarizzare questo “traffico trasversale”. I pedoni attendevano pazientemente il loro turno quando non transitassero auto. I guidatori talvolta si fermavano e davano la precedenza ai pedoni che educatamente ringraziavano e salutavano, corrisposti. Oggi si buttano di colpo sulle strisce, ti obbligano a inchiodare la macchina e ti insultano pure se assolutamente non ti fermi, dato che il nuovo codice della strada è stato letteralmente capovolto. Allora noi automobilisti possiamo andare tranquillamente su percorsi non nostri? Tipo marciapiedi o piste ciclabili? Oggi tutto va alla rovescia e anche le strade carrozzabili (per le carrozze, ora automobili) sono per i pedoni e non piu’ per le auto.

I commenti sono chiusi.