Dare incentivi solo alle elettriche? Un errore strategico del governo Monti

OpelAmpera.jpgNel Decreto Sviluppo – approvato in Senato il 3 agosto scorso – sono stati varati incentivi per le auto elettriche, che interessano in misura molto inferiore quelle con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km. Il provvedimento ha giustamente provocato una generale lamentela da parte di costruttori, concessionari e componentisti.

Dare soldi per le auto elettriche, in realtà, non favorisce il trasporto generalizzato ma principalmente quello delle municipalità e, in misura minore, dei servizi. In pratica, significa far rientrare dalla finestra una parte dell’Imu che i Comuni devono allo Stato. E’ strano come un governo di ministri tecnici non abbia consulenti tecnici dell’automobile. I quali avrebbero fatto presente al professor Monti che dare soldi alle auto elettriche e non alle auto basso-inquinanti è un grave errore strategico.

Le auto elettriche costano ancora troppo e quindi non sono, per ora, acquistabili dai privati. In secondo luogo il problema inquinamento si sposterebbe dalle città ai luoghi dove viene prodotta l’energia per alimentare le vetture a batterie. Sarebbe stato meglio, allora, favorire l’acquisto di particolari vetture ibride (nella foto la Opel Ampera), GPL oppure metano: hanno basse emissioni di CO2, i loro prezzi sono abbordabili e ormai la loro produzione è generalizzata.

 

Dare incentivi solo alle elettriche? Un errore strategico del governo Montiultima modifica: 2012-08-21T19:50:39+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Dare incentivi solo alle elettriche? Un errore strategico del governo Monti

  1. Molti si chiedono: se lo stato non fa nulla contro l’inquinamento ambientale perchè IO piccolo acquirente mi devo preoccupare di tale problema? Se in Italia c’è scarsità di energia elettrica cosa succederà quando le auto elettriche aumenteranno? Chiederemo ulteriori rinforzi alla Francia? E a che prezzo? Se la FIAT non produce, perchè non ha auto elettriche dove le andremo ad acquistare? Tenendo presente che alla FIAT c’è anche una forza lavorativa italiana. Quanti perchè ci sono, oltre naturalmente il prezzo ed il costo, quanto spenderò per far viaggiare la mia auto elettrica? Nessuno ha mai divulgato preventivi sui costi e durata batterie, penso che questo travaglio, in questi momenti difficili, abbia bisogno di più tempo, e non penso sia sufficiente un incentivo per aumentare le vendite almeno per ora in Italia

    +

I commenti sono chiusi.