Il vigile comprensivo travolto dall’auto in sosta vietata

vigili-1.jpgUn giorno un vigile di Milano mi disse:”L’amministrazione ci ha ordinato di essere comprensivi con i cittadini”. Una frase che, in altre parole, suonava così:”Fate meno multe che potete”. Lunedì pomeriggio, in quello sconcio (per le soste in doppia fila che il comando milanese di Via Seprio neppure si sogni di reprimere) di strada che è via Marghera è avvenuto un fatto singolare. Una signora, con una Toyota Corolla del 1999, era ferma in parcheggio (pericoloso) sulla punta che divide l’uscita della strada, è stata avvicinata da due vigili urbani in moto. “Signora – gli ha detto il primo dei due – si sposti da questa posizione”. La signora, raccogliendo l’invito, ha ingranato la retromarcia e ha … investito il secondo vigile in moto che è caduto a terra e si è spaventato non poco. Tutto è bene quel che finisce bene, sicuro. Ma la colpa dell’incidente ritengo sia … dei vigili i quali invece di invitare la signora a spostarsi avrebbero dovuto pronunciare la fatidica frase “patente e libretto” multandola. La signora non si sarebbe mossa e il secondo vigile non sarebbe stato investito.

 

Il vigile comprensivo travolto dall’auto in sosta vietataultima modifica: 2013-01-23T11:26:49+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo