Cinque costruttori hanno chiuso il 2012 in positivo: ecco perché

kia-rio-apertura.jpgFinalmente conosco i dati esatti del mercato italiano nell’anno appena conbcluso. Un brutto anno, il 2012, che ha segnato una perdita per i costruttori d’auto di 347.034 immatricolazioni rispetto all’anno precedente: 1.401.955 contro 1.748.979. La perdita, però, non è stata generale perché cinque case automobilistiche hanno concluso con il segno positivo. Vediamole: Kia col 39,1% in più; Dacia con lo 0, 55; Land Rover col 38,44; Lada con il 2,99 e Mahindra addirittura col 500%, Va da se che quest’ultimo dato riguarda un numero esiguo di vetture immatricolate (60) e lo stesso discorso vale per Lada, casi in cui le vendite hanno riguardato modelli a prezzo basso. Ma per altre due si tratta di un numero cospicuo di vetture ed esattamente: 7.590 per Kia, 3.482 per Land Rover. Per Dacia, infine, si è passati da 25.892 a 26.034 immatricolazioni. range-rover-evoque-apertura.jpgIl dato Kia è quello più importante ma anche quello Land Rover non scherza. Nel primo caso, l’incremento è dovuto a una utilitaria come la nuova Rio (foto in alto, + 397 %, ma la vecchia Rio era ormai obsoleta) e a un crossover come la Sportage (+64%) di buona qualità e di prezzo accessibile. Nel caso Land Rover il successo è dovuto all’Evoque (foto in basso), vettura di tendenza, stilisticamente importante. Ora attendiamo alcune riscosse, soprattutto nel settore delle vetture di segmento B: in questa fascia i prodotti giusti ci sono.

 

Cinque costruttori hanno chiuso il 2012 in positivo: ecco perchéultima modifica: 2013-01-25T07:26:15+00:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo