Incidente a 320 orari in autostrada con la Zonda: via per sempre la patente

Un automobilisti è incorso, guidando una Pagani Zonda con targa tedesca, supercar da un milione  e mezzo di euro, in un incidente sulla Ventimiglia-Genova. Viaggiava a 320 chilometri l’ora, l’auto ha sbandato per la pioggerella che cadeva sull’asfalto, il conducente ha perso il controllo e si è schiantato sulle protezioni.Morale: auto distrutta, conducente e passeggera illesi. I cittadini stranieri spesso … Continua a leggere

Il ponte sullo stretto va benissimo: ma per arrivarci occorre prima completare e rendere efficiente la Salerno-Reggio Calabria

Il ponte sullo stretto di Messina? D’accordo, è un’opera bellissima. Tuttavia, prima ci vuole un’autostrada efficiente per raggiungerlo. Parlo della Salerno-Reggio Calabria che da trent’anni non si riesce a completare.  Ma prima di fare quel ponte, occorre tener presente che la Sicilia ha altri gravi problemi da risolvere. Problemi che sono prioritari.  Il ponte sullo stretto di Messina, come dicevo, … Continua a leggere

In autostrada a150 all’ora? Io dico che si può: il sabato e la domenica

Cari lettori, vorrei la vostra opinione sulla possibilità di poter viaggiare un po’ più velocemente sulle autostrade, ovviamente non nei giorni di esodo. Prendo ad esempio la A1, nei tratti con le tre corsie. Attualmente il Codice della strada permette al gestore di un’arteria a pagamento di poter aumentare il limite massimo di velocità da 130 a 150 orari. Se … Continua a leggere

Revocare la patente dopo la seconda sospensione per alcool per impedire di uccidere sulla strada

Ha distrutto una famiglia con un tamponamento sulla Milano-Venezia:padre, madre e figlioletto di 18 mesi. Ed è risultato positivo all’alcool test, 1 gr/litro ed è stato arrestato. Poi è circolata la voce che il tamponatore aveva già ricevuto due sospensioni di patente per lo stesso motivo. Ora io dico: il funzionario che ha ridato la patente dopo la seconda sospensione … Continua a leggere

Quando Gilles Villeneuve mi portò da Milano a Maranello guidando sempre sulla corsia di emergenza

Il mio rapporto con Enzo Ferrari è stato sempre molto particolare. Quando eravamo in buona, il Drake mi dava del tu. Nelle altre occasioni il “lei” era inevitabile. Quell’anno 1980 era un periodo in cui Ferrari parlava sempre di monoposto progettate al computer, in effetti era vero ma le Rosse andavano maluccio. Nel GP d’Olanda, Jody Scheckter e Gilles Villeneuve … Continua a leggere