Insisto: le elettriche vanno bene in città per taxi e piccolo trasporto. Le famiglie hanno bisogno d’altro e di prezzi minori. Ma i costruttori mirano ai finaziamenti governativi

Non passa giorno che dai costruttori d’auto non arrivi notizia di una nuova auto elettrica. Noi di auto-moto.virgilio.it ne diamo puntualmente conto perché serviamo puntigliosamente le tutte notizie ai nostri lettori. Ma neppure vogliamo darle tutte pedissequamente, così, senza commento. Ebbene, sull’auto elettrica io insisto: l’elettrica pura (foto in alto a sinistra, la Nissan Leaf), non ibrida evidentemente, non sarà auto … Continua a leggere

Tagli ai bus e ai treni dei pendolari: come evitare che in città si riversi una massa di auto

I tagli di Tremonti ai treni e ai bus dei pendolari riverserà una marea di auto nelle grandi città. Ciò aumenterà l’inquinamento atmosferico poiché non tutte le vetture che entreranno avranno emissioni rispondenti alle normative europee. Regioni e comuni si troveranno, con la manovra, di fronte a una quantità di spese impreviste e non riusciranno, solo con l’aumento delle tariffe, … Continua a leggere

L’auto elettrica? All’inizio solo per noleggio, furgoni, taxi, car sharing. Oppure per famiglie ricche

Chi comprerà un’auto elettrica? Ditemelo voi, cari lettori, chi potrà spendere una cifra ben superiore a quella di una city car normale per viaggiare in centro, oppure fare 130-150 chilometri da una città all’altra dovendo poi ricaricare le batterie per ritornare a casa? E allora? Allora io penso che l’auto elettrica, all’inizio e per alcuni anni, sia destinata al trasporto … Continua a leggere

A chi guadagna meno di 15.000 euro l’anno parcheggi ed ecopass gratuiti

In Italia, dicono le statistiche, quasi venti milioni di lavoratori guadagnano meno di 15 mila euro di stipendio all’anno. E solo l’1 per cento, dicono ancora le statistiche, ne guadagna più di centomila. Per andare a lavorare, tanti lavoratori devono pagare l’ecopass per entrare in città, ad esempio a Milano, e poi spendere ancora soldi per il parcheggio o la … Continua a leggere

Le micidiali buche sull’afsalto

Le nevicate di febbraio hanno lasciato una pesante eredità: le buche sull’asfalto. Trappole micidiali, soprattutto per i motociclisti che rischiano di cadere finendoci dentro.Soprattutto se le buche si riempiono d’acqua e diventano invisibili per chi guida motorini, biciclette, scooter e moto. Ecco, uno dei gravi problemi delle grandi città, come Milano, dove d’inverno può nevicare copiosamente sta proprio nella corrosione dell’asfalto … Continua a leggere