Quella “double bubble” inventata da Zagato sulla Peugeot 308 RCZ

PeugeotRCZ01.jpgUno guarda per bene la nuovissima Peugeot 308 RCZ e si accorge che stavolta lamarca del Leone ha fatto le cose per bene. Una sportiva ben diversa, intendo dire dalla 407 coupé realizzata senza l’apporto di quel mago di Pininfarina che aveva realizzato la 406 coupé (anche in edizione 70.mo anniversario, la più bella sportiva media dei primi anni 2000) che di profilo sembra ancora una piccola Ferrari.

Con la 308 RCZ gli stilisti della Peugeot non hanno fatto ricorso alla Pininfarina. No. Ma hanno egualmente preso uno spunto dal genio stilistico italiano. La parte superiore della 308 RCZ, cioè il tetto, presenta un’affascinante “double bubble” (o doppia gobba) di chiara ispirazione alle Alfa Romeo Zagato di tanti anni fa. A significare, forse, che il bello non ha età e non ha limiti, chiunque lo porti in strada. 

A darmi ragione c’è un altro particolare elemento: nella sigla RCZ la “Z” è identica a quella dello stilema dell’atelier milanese.

Quella “double bubble” inventata da Zagato sulla Peugeot 308 RCZultima modifica: 2010-05-05T13:36:00+02:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Quella “double bubble” inventata da Zagato sulla Peugeot 308 RCZ

I commenti sono chiusi.