La 4C non basta per la ripresa dell’Alfa Romeo: ci vuole presto la nuova Giulia

Alfa_Romeo_4C_foto.jpgL’Alfa Romeo produrrà la 4C (foto). Dopo anni di vedo e non vedo, il programma prevede, in prima battuta, 2.500 unità all’anno con le quali Sergio Marchionne intende coprire le attese del mercato americano. L’a.d. del gruppo Fiat ha dichiarato che con le 4C comincia la ripresa dell’Alfa Romeo. A me, 2.500 vetture (e per di più molto sportive) sembrano poche per cominciare una ripresa. Meglio sarebbe stato, prima della 4C, avere la nuova Giulia (o nuova 159, meglio il nome caro a molti italiani) per i mercati europei visto che una ripresa consistente dell’Alfa Romeo la si avrà nel Vecchio Continente, dove i numeri di vendita potrebbero essere ben più importanti di quelli americani.

La 4C non basta per la ripresa dell’Alfa Romeo: ci vuole presto la nuova Giuliaultima modifica: 2013-02-13T07:01:00+01:00da ulissefidanzati
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “La 4C non basta per la ripresa dell’Alfa Romeo: ci vuole presto la nuova Giulia

  1. L’ALFA Romeo 4C potrebbe essere un buon veicolo pubblicitario per il resto della gamma a venire. Se vorranno puntare ancora una volta il rilancio, fin qui disatteso, useranno ancora il filone sportivo anche se di corse non si parla più. Non è un’automobile per l’Europa ma uno specchietto per l’America settentrionale. Di buono c’è che si tratta di una commessa importante per gli stabilimenti del gruppo. Se serve a sopravvivere che ben venga. Almeno porta con se un pò di DNA del biscione; poco, ma si intravede qualcosa. Dal suo successo dipenderanno le politiche di gamma per il futuro.

  2. Gestire tre marchi in un solo gruppo non è semplice, l’uno non deve danneggiare l’altro, il settore fiat dovrebbe sostenere l’auto per tutti, la Lancia il settore elegante solo per auto di grossa cilindrata, e l’Alfaromeo un settore di auto sportive con presenza in quelle competizioni tanto care alcuni anni fa. Ma a ben vedere, la fiat sostiene anche l’Abarth e la Maserati ed oggi con la rivoluzione dell”’automotive”ed i marchi americani diventa un peso gravante su di una industria che si è trovata a combattere la crisi che ci attanaglia, e l’acquisto del marchio USA

  3. Ho guidato la MITO e diverse Giulietta di alcuni amici i quali si stupiscono che dopo aver posseduto ben 6 AlfaRomeo da alcuni anni sia passato ad una Casa straniera.Secondo il mio pensiero, le Alfa non hanno nulla che le faccia apparire belle e diverse dalle altre. Non si discute delle motorizzaziioni ma bensì delle linee, tutte uguali,insignificanti, solita immagine sciatta ed opaca, nessun ammiccamento fisico…..Ma allora, come si può pensare di “rilanciare” il marchio mettendo in produzione solo 2500 autovetture C4? Ma qual’è la strategia Fiat? Per me è un’auto molto bella, ma questo non basta per sfondare un mercato italiano anche se già saturo.Io sono sempre più convinto che Marchionne è una bufala di manager, per nulla attendibile e sicuramente le 2500 auto serviranno per calmare (solo per poco) i sindacati…e poi è giustissimo vendere un marchio quando non lo si sa valorizzare (vedi Abarth, Lancia stessa..). Basta venderlo a una Casa tedesca e sicuramente anche in Italia torneremo a comprare bellissime AlfaRomeo…..forse è questo che fa paura a Marchionne, soggetto che da anni non investe un euro in nuove linee ed impianti. Per i lavoratori italiani vorrei sinceramente sbagliarmi, ma purtroppo…….

  4. il problema è il ritiro degli usati,io come molti possiedo una brera spider cabrio del 2007 ne sono entusiasta,ma,se volessi la 4c dovrei buttare la brera perchè gli stessi concessionari alfa la permutano a peso di ferro:chi mi dice che la 4c non avrà lo stesso trattamento?

  5. La macchina appare bella e moderna. Io non comprerei mai un’auto in tiratura limitata. Se dovesse capitare di rimanere in panne, credo che l’auto rimarrebbe in autofficina per dei lunghi periodi prima di averi i pezzi di ricambio necessari. Poi, un marchio blasonato con una storia gloriosa come A.R. a bisogno ben d’altro per rinverdire e mettersi alla pari dei concorrenti. Credo che una rondine non faccia primavera a meno che… Le altre rondini non siano in arrivo e le tengano volutamente nascoste.

  6. Se non sbaglio la 4c nasce su un pianale straniero non è italiana forse lo saranno i motori….. ecco il motivo di una taratura limitata stiamo perdendo capacità produttiva Marchionne fa quello che può con gli obbiettivi che la Fiat stessa gli ha dato fare utili in un mercato che non tira in un paese del terzo mondo (come mentalità) in cui il costo del lavoro è triplo rispetto ad altri paesi. Certo forse le finiture Fiat non sono il massimo….però tutto sommato non sono così male.
    La 4C per rilanciare il marchio Alfa non serve servirà solo come modello per pubblicizzare il marchio ma sarà con nuove vetture come la nuova 159 che forse riusciranno a rilanciare l’Alfa

I commenti sono chiusi.