Chi uccide guidando un’auto deve finire in galera: per omicidio volontario e non colposo

Un marocchino sbandando con una Mercedes (sulla quale c’era il nipotino di 10 anni) dopo un sorpasso in curva ha investito un gruppo di cicloamatori uccidendone sette. Le cronache dicono che sette mesi fa gli era stata revocata la patente . Nonostante questo il marocchino (ma la nazionalità non è fondamentale, l’investitore potrebbe essere una qualunque persona in preda a … Continua a leggere

Quando il magistrato giudica male un omicio commesso da un ubriaco al volante

A volte il magistrato, che deve giudicare un incidente stradale con morto, può sbagliare. Il caso che mi segnala Giordano Biserni, presidente dell’Asaps (Amici sostenitori Polizia Stradale, sodalizio benemerito per la sicurezza) ha dell’incredibile. Il Tribunale di Teramo, che ha accolto la richiesta di patteggiamento dell’automobilista in stato di ebbrezza che, la sera del 22 aprile 2010, travolse e uccise … Continua a leggere

Il drogato e l’ubriaco uccidono con l’auto? E’ omicidio volontario, non colposo

Chiedo a voi, amici lettori, se non sia incredibile che un drogato o un ubriaco si mette al volante, provocano un incidente in cui uccidono uno o più innocenti e l’incrimanzione è “omicidio colposo”. Siamo allo stravolgimento della parola “colposo”, cioè reato non intenzionale. Orbene, chi beve o chi si droga (oppure chi si droga e beve, com’è il caso … Continua a leggere